Come la Norvegia è diventata leader mondiale nella pesca sostenibile 

Da secoli, la nostra industria della pesca è di vitale importanza per il nostro sostentamento, ma qual è stato il percorso di evoluzione che ci ha portati ad essere oggi i leader mondiali in materia di sostenibilità dei prodotti ittici?  

LE TAPPE DELLA NOSTRA STORIA

Stone Age
Alcune incisioni rupestri mostrano delle scene di pesca di halibut da imbarcazioni in pelle di animali.
875
La Saga di Egil contiene i primi riferimenti alla pesca di merluzzo.
1001
Leiv Eriksson scopre l’America, navigando con scorte di stoccafisso norvegese.
1100
Il nostro pesce essiccato viene esportato verso l’Europa fin dal 1100.
1300
I commercianti anseatici sviluppano l’esportazione dello stoccafisso dalla Norvegia del Nord verso l’Europa, via Bergen.
1692
La prima nave carica di baccalà salpa dalla Norvegia.
1700
I Pomory della Russia nord-occidentale barattano il loro grano con il pesce dei pescatori della Norvegia del Nord.
1900
The Institute of Marine Research logo black&white
Viene fondato in Norvegia l’Istituto di Ricerca Marina (IMR - Institute of Marine Research), fondamentale per il monitoraggio degli stock di merluzzo e la regolamentazione della nostra pesca.

Viene inoltre istituito il Norwegian Directorate of Fisheries, e nello stesso anno viene inaugurata la prima nave per la ricerca scientifica marina, la Michael Sars.
1908
Entra in vigore la prima legge relativa alla pesca a traino (Trawling Act) e questo pone un freno allo sviluppo della pesca con reti da traino in Norvegia.
1920
Nonostante una massiccia resistenza, il numero di pescherecci a motore aumenta fino a raggiungere le 6.000 unità.
1926
Norges fiskarlag logo
Viene fondata l’Associazione dei Pescatori Norvegesi (Norwegian Fishermen’s Association), il sindacato nazionale dei pescatori norvegesi.
1934
L’ammodernamento della flotta continua, e la nave da pesca a circuizione “Signal III” dal Rogaland è il primo peschereccio norvegese a utilizzare il sonar per la localizzazione dei pesci.
1938
Il Governo norvegese approva il Raw Fish Act, dando ai pescatori il monopolio, attraverso le loro organizzazioni commerciali, sulle prime vendite di determinate specie di pesce, all’interno di aree geografiche delimitate. Ciò contribuisce a garantire una relativa uniformità e stabilità dei prezzi lungo la nostra costa.
1946
Norwegian Ministry of Fisheries and Coastal Affairs logo
Viene creato il Ministero della Pesca – la Norvegia è il primo paese al mondo ad averne uno – e viene eletto Ministro il laburista Reidar Carlsen.
1957
La “Ola Ryggefjord” da Havøysund è il primo peschereccio norvegese a utilizzare un argano (power block o purse seine winch), un dispositivo che incrementa notevolmente la capacità della pesca a circuizione.
1959
Viene istituita la Commissione per la Pesca nell’Atlantico Nord Orientale (North East Atlantic Fisheries Commission - NEAFC). Si tratta di uno di vari importanti forum per la cooperazione internazionale riguardante le negoziazioni sulle risorse condivise.
1962
Viene costruita in Norvegia la prima nave officina, la “M/TR Longva”.
1972
Viene introdotto per la prima volta il sistema delle quote.
1977
Map showing the fishery protection zone
Viene istituita un’area di protezione della pesca di 200 miglia intorno alla Norvegia. All’interno di quest’area, la Norvegia gode di diritti esclusivi sull’estrazione di risorse naturali.
1982
La Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare viene aperta alla firma. Questo accordo internazionale regola il traffico e le attività economiche in mare aperto, e i diritti degli stati costieri sulle zone marittime sulle quali si affacciano.
1984
Viene introdotto il sistema di apertura e chiusura delle zone di pesca nel Mar di Norvegia e nel Mare di Barents.
1987
Viene introdotto in Norvegia il divieto di rigetto. Questo divieto riguardava inizialmente solo il merluzzo bianco e l’eglefino nella zona economica a nord del 62N, ma è stato in seguito esteso.
1989
La pesca di merluzzo viene interrotta il 18 aprile 1989, e l’anno seguente vengono imposte ai pescherecci costieri delle quote massime per la pesca.
1991
Norge logo black&white
Viene fondato il Norwegian Seafood Export Council. Nel 2012, il NSEC cambia nome e diventa il Norwegian Seafood Council.
1994
Viene fondata la Federazione Norvegese per i Prodotti Ittici (Norwegian Seafood Federation), che riunisce l’intero settore ittico sotto un’unica organizzazione ombrello.
2011
MSC logo black&white
La Norvegia vede riconosciuto il suo impegno per la sostenibilità quando tutta la pesca di eglefino e merluzzo selvatico viene certificata come sostenibile dal MSC (Marine Stewardship Council).
2015
Il valore totale dell’esportazione di prodotti ittici norvegesi si aggira sui 74,5 miliardi di corone norvegesi. Le sole esportazioni di merluzzo valgono 13 miliardi di corone norvegesi.