La nostra cultura della pesca

Non sappiamo quando abbia avuto inizio la storia dell’industria della pesca in Norvegia, ma i pescatori norvegesi esistono fin da quando c’è vita lungo le nostre coste.   

La costa della Norvegia ha forgiato il carattere del nostro popolo. Ben il 90% degli abitanti di questo paese esteso tutto in lunghezza, dal clima difficile e dagli inverni lunghi, vive lungo la costa, e per i pescatori la vita è una continua lotta tra l’uomo e il clima. Come dicono i Norvegesi, “Il mare dà e il mare prende”. È un popolo che ha sempre dovuto confrontarsi con il mare per raccoglierne i frutti.

La scarsa densità di popolazione e le condizioni climatiche spesso avverse hanno contribuito anche alla formazione del carattere nazionale dei Norvegesi. Le città più grandi stanno diventando sempre più dominanti in tutto il paese, ma molti dei valori rurali sopravvivono tuttora anche nei centri urbani.

A prima vista, i Norvegesi potrebbero sembrare timidi o riservati. Ma questa facciata di apparente indifferenza può celare delle persone dall’animo caloroso e sincero che valutano l’etica, l’onestà e la generosità più di ogni altra cosa. Il lato più spensierato del loro carattere si manifesta il 17 maggio, Giornata di Festa Nazionale Norvegese, quando l’intera nazione si veste di rosso, bianco e blu per celebrare il suo amato paese.

Infographic five men

5,2 MILIONI

La popolazione norvegese

Infographic: a big and a small man. Text: 1.0 0.8 man-years

Ciascun anno di lavoro (man-year) svolto in attività centrali del settore norvegese della pesca crea 0,8 anni di lavoro in altri settori commerciali norvegesi.

Infographic showing money bag with the number 3.5

Ogni corona norvegese generata dal settore della pesca genera 3,5 corone norvegesi in altri settori.

Misurare l’impatto sociale

È fondamentale che il successo della sostenibilità dell’acquacoltura norvegese non sia valutato solo in termini di profitto, ma anche in relazione ai suoi benefici per le persone e per il pianeta. Alcuni studi hanno mostrato che una crescita nel settore della pesca e dell’acquacoltura porta a un aumento dei livelli di occupazione e reddito per una comunità molto più ampia.

Graph showing the social impact of the Norwegian seafood industry

Fonte Sintef, https://www.sintef.no/en/

Beneficiare l’economia generale

Fisherman
L’industria ittica norvegese ha un forte impatto sul tasso di occupazione e sul prodotto interno lordo (PIL) della Norvegia. Secondo l’istituto di ricerca scandinavo SINTEF, l’industria ha creato quasi 42.000 anni di lavoro (man-years) in più nel 2009, oltre 18.000 dei quali erano conseguenza dell’effetto moltiplicatore.

Fonte: NSC Market Report, 2013

In un’industria dal valore di produzione di 111 miliardi di corone norvegesi, 41 miliardi di corone norvegesi sono generati nei settori corollari, dai trasporti al settore immobiliare e alla sanità.

Proteggere la nostra industria

La Norvegia è un nazione piccolo ma fiera, situata all’estremo nord del mondo. L’ostinazione, la rudezza e la passione dei Norvegesi hanno portato il paese in cima alle classifiche mondiali per quanto riguarda le industrie marittime. Petrolio, gas, trasporti e pesca rappresentano oggi i pilastri della società norvegese – tutti settori che si appoggiano sulle ricchezze del mare e sullo spirito imprenditoriale dei Norvegesi.

La pesca in Norvegia è una questione di sopravvivenza. La pesca è un’arte. La pesca è vivere in armonia con la natura. La pesca in Norvegia vuol dire sviluppare nuove tecnologie. La pesca in Norvegia vuol dire guardare sempre avanti.