Perché la nostra flotta è così importante 

La pesca e la cattura del merluzzo occupano da secoli un posto centrale nell’attività lavorativa e nello sviluppo lungo la costa della Norvegia. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare una flotta da pesca invidiabile e moderna, che ci consenta di pescare in maniera sostenibile.

La nostra flotta è molto diversificata, sia per quanto riguarda le dimensioni dei pescherecci, che per il tipo di strumentazione da pesca utilizzata. Avendo sia navi per la pesca in alto mare che un gran numero di piccole imbarcazioni costiere, siamo in grado di pescare un’ampia varietà di prodotti ittici, tra cui il nostro merluzzo.

Fiskevær

Una flotta imponente

6.309 navi da pesca

fisherman

Una manodopera qualificata 

9.924 persone che lavorano full-time nell’industria della pesca 

Fisherman
Un’importante fonte d’impiego 

2.356 persone che lavorano part-time nell’industria della pesca

Fonte: 2010, Norwegian Directorate of Fisheries

La flotta

La nostra flotta sofisticata ci consente di garantire la più alta qualità, dal momento in cui il pesce viene pescato, fino a quando raggiunge i consumatori in tutto il mondo. 

La flotta per la pesca in mare aperto

La flotta per la pesca in mare aperto comprende pescherecci con una capienza di carico di oltre 500 m3. Sono inclusi i pescherecci da traino, le navi per la pesca a circuizione e i pescherecci industriali.

La flotta per la pesca costiera

Le navi da pesca costiere hanno una capienza di carico inferiore ai 500 m3. Un tempo la definizione di nave da pesca costiera si basava sulla lunghezza dell’imbarcazione, che doveva essere inferiore ai 28 m.

Active fishing gear: Purse-seine, trawl net, and danish seine
Passive fishing gear: Long line, net, and hand-line

Strumentazione da pesca attiva

È l’attrezzatura che si avvicina al pesce per catturarlo. Tranne che per la sciabica danese, i pescatori che vogliono utilizzare la strumentazione attiva devono ottenere delle speciali concessioni. Ciò rende questo tipo di attrezzatura illegale nella pesca dilettantistica.   

Strumentazione da pesca passiva

È il pesce che si avvicina all’attrezzatura per essere catturato. Si tratta di un metodo di pesca convenzionale, ed è per questo che le imbarcazioni che pescano in questo modo sono chiamate pescherecci convenzionali.

Rete da circuizione

La rete da circuizione è una rete che viene disposta dal peschereccio intorno a un banco di pesci. La rete viene chiusa sul fondo e il banco intrappolato viene issato o portato a bordo con una pompa.

Rete da traino

La pesca con rete da traino utilizza un’ampia rete a sacco tenuta aperta alle estremità mentre viene trascinata nell’acqua. Si tratta di una tecnica fondamentale nella pesca del merluzzo norvegese.

Sciabica danese

Una via di mezzo tra la pesca a traino e la pesca con rete. I pescherecci che utilizzano la sciabica danese dispongono intorno ai pesci un’ampia rete a sacco, che viene trascinata per un breve tratto in acqua prima di essere issata a bordo.

Palamito

Un palamito (o palangaro) è costituito da una lunga lenza principale sulla quale sono fissati, ad intervalli regolari, spezzoni di lenza più corti, detti braccioli. Ognuno di questi ha una lunghezza di circa mezzo metro, e termina con un amo sulla quale è fissata un’esca.

Rete

Si utilizza una rete con una fila di galleggianti lungo la parte superiore, e una fila di piombini lungo la parte inferiore, in modo da mantenere la rete in verticale nel mare.

Filaccione

Un filaccione, o juksa, è una lenza con attaccati diversi ami, utilizzata per pescare in verticale.

METODI DI CATTURA

Utilizziamo diversi metodi di cattura, dalla pesca con reti da traino a quella coi filaccioni. Quel che conta, in ogni caso, è la sostenibilità.

catch method

Mediamente, la maggior parte del merluzzo norvegese pescato in un anno viene catturato utilizzando reti da traino o reti da posta.

Pianificare per il futuro

Le quote per la pesca sono fissate seguendo le raccomandazioni del Consiglio Internazionale per l’Esplorazione del Mare – un istituto di ricerca internazionale d’eccellenza, che valuta i nostri stock e ci aiuta a pianificare per il futuro. Queste quote ci permettono di pescare in maniera sostenibile, salvaguardando così il futuro dei nostri fiorenti stock di merluzzo.

Incentivare la sostenibilità

Le organizzazioni commerciali si auto-regolano per mantenere delle condizioni di mercato eque ma competitive. In particolare, garantiscono ai pescatori un prezzo minimo per il loro pescato.

La pesca sostenibile viene premiata, con il pagamento di premium per lo sbarco di pesce di alta qualità e maneggiato con cura.

Il rispetto delle quote è fondamentale per la sostenibilità della nostra industria ittica, ed è per questo che i pescatori che eccedono la loro quota vengono penalizzati. Viene loro riconosciuto infatti solo il 20% del valore del pesce che eccede la quota.

Tuttavia, poiché mettiamo in atto una politica di zero sprechi, tutto il pesce che viene sbarcato è venduto sul mercato. I profitti in eccesso (cioè dopo che il pescatore ha ricevuto il suo 20%) vengono reinvestiti nel monitoraggio delle attività di pesca.

Questo sistema garantisce che non vi sia alcun incentivo per i pescatori che non rispettano le loro quote.